Nuovi corsi di Standard & Latini

Nuovi corsi di Standard & Latini

Ogni mercoledi dalle 21.00 con la M° Fiorenza Bassi!

Standard & Latini

Standard & Latini

Scegli una sede! Ti aspettiamo!

Lorem Ipsum

Lorem Ipsum

Lorem Ipsum

Standard & Latini

I Balli Standard sono dei balli tecnicamente curate nei minimi dettagli tecnici, morbide ed eleganti le movenze di questi balli rendono i ballerini arabesche figure da sogno. I Balli Standard comprendono cinque discipline:

Valzer Viennese
Il Valzer viennese, è uno dei pochi se non l'unico ballo che attraverso gli anni, si è addirittura semplificato. Ha mantenuto le figure essenziali: giro naturale e giro rovescio, cambio avanti e cambio indietro, fleckerl naturale e fleckerl rovescio. Ancora oggi, all'incirca dopo due secoli dalla sua prima apparizione, è pressoché impossibile stabilire con esattezza le origini di questo ballo, sempre elegante, sostenuto da un ritmo estremamente musicale in misura 3/4, melodico, armonioso e nel contempo vivace, che non conoscerà mai tramonto.

Valzer Inglese
Ancora più lento del cosidetto "valzer lento", ha una coreografia articolata e complessa. Questo ballo deriva dal Valzer Viennese. Il valzer inglese ha un una ritmica molto lenta e tanta melodia nella musica di accompagnamento. In Inghilterra i maestri di ballo si ingegnarono in tutti i modi per renderlo compatibile con i costumi della loro società. Il ritmo fu rallentato parecchio, in modo tale che le figure di coppia chiusa e l'esecuzione dei volteggi non avessero tecnicamente bisogno di uno stretto e permanente contatto dei danzatori. Nacque così il Valzer Inglese perfetta sintesi fra l'ispirazione poetica di fondo del Valzer e la delicatezza spirituale dell'Hesitation. La sequenza di figure praticate nelle competizioni è molto vasta. Trae origine, alla fine del Ottocento, dal boston o hesitation, un ballo americano composto da serie di passi avanti, indietro e volteggi. Come ognuno dei cinque balli, è composto da varie figure e tempi diversi. Per articolazione ed eleganza può a buon diritto essere considerato la più significativa fra le danze standard.

Slow Foxtrot
Slow Foxtrot: generato dal Fox Trot ne è una versione lenta, suonata attorno alle 28-30 battute al minuto, che mantenne il nome originario di (slow) foxtrot. Ha un ritmo che deve essere sentito fino in fondo e vissuto con la massima ispirazione possibile. Si tratta di un ballo molto delicato, tutto basato sul perfetto equilibrio fra le pause dei lenti ed i passaggi leggeri dei doppi veloci, con delle cadenze particolari che lo rendono originale. Lo slow foxtrot, pur essendo derivato dal Foxtrot, si è imposto come danza autonoma, conquistando una posizione di prestigio all'interno delle danze standard.

Quickstep
Quickstep: è un ballo molto frizzante ed è apparso negli anni Venti. E' una danza concepita a tavolino elaborato e variato sulla base del Fox Trot, rigidamente codificata e strutturata secondo regole ben precise volte ad enfatizzare il senso del ritmo e della leggerezza mediante passi corti e decisi; richiede passi elaborati su musica eccitante. Il tempo musicale è il carattere stesso della danza che consiste in incroci di piedi nei quali le gambe si intrecciano e si disintrecciano, i ballerini alternano corse frenetiche, frenate improvvise e pause in surplace. Pur essendo stato standardizzato dalla prestigiosa scuola inglese le sue origini, nella forma concettuale, si possono far risalire dal one step, genere di ballo che si è affermato sull'onda della musica e del movimento ragtime sviluppatosi in America.

Tango Standard
Il Tango Standard prende le sue origini dal Tango Argentino, le esigenze della competizione lo hanno reso molto tecnico e nell’apparenza aggressivo. Infatti ha movenze più decise del suo progenitore, il ballo trascinato da musiche più marcate ne subisce l'influenza acquisendo un impatto più forte ma meno seducenti. Il successo del Tango Standard è dovuto unicamente alla sua forza interna, alla musica suggestiva e struggente. I balli latino-americani sono una categoria di balli di coppia da competizione che hanno avuto origine in diversi paesi a seconda delle usanze del posto.

Le Danze ufficialmente classificate come Latino-Americane sono le cinque sotto elencate:

Rumba
Per gli studiosi di storia della danza, il termine rumba indica qualcosa di più che un semplice ballo: identifica un genere musicale e coreico comprensivo di un insieme di balli. Nella lingua spagnola il verbo rumbear definisce un particolare modo di ballare, basato sui movimenti seducenti dei fianchi e del bacino. L'origine della rumba ?collocabile agli inizi del 1900 a Cuba, dopo l'abolizione della schiavitù, avvenuta il 10 febbraio 1878. Grandi masse di negri lasciarono i campi, dove non possedevano alcun bene, e si trasferirono nelle periferie delle citt?per organizzare una nuova vita. Per questa gente, povera ma libera, la musica e la danza diventarono ben presto un modo di essere e di vivere.

Cha Cha Cha
La figura caratteristica di questo ballo? lo chassè che consiste in una serie di tre passi il secondo dei quali chiude sul piede fermo. I primi due passi dello chassè si ballano su due mezzi battiti che vengono fuori dividendo a metà il battito contraddistinto dal numero 4. Poich?il tempo ?4/4 e la battuta musicale ha l'accento sul primo battito. principiante deve avvicinarsi a questo ballo iniziando dallo chassè. Lo deve eseguire tante volte a destra e a sinistra fino ad assimilare lo stile adatto: le anche si devono spostare nella direzione del piede che conduce, verso destra o verso sinistra. Poiché il cha cha cha può essere eseguito anche avanti e dietro (lock) il movimento delle anche deve essere effettuato come sopra. Quando la esecuzione dello chassè diventa disinvolta è facile inserire lo stesso nelle varie figure di base.

Paso Doble
Tradotto alla lettera significa: passo doppio. Il nome originale era pas a dos = passo a due.
Le figure costruite per questo ballo sono di grande spessore artistico, tutte ispirate alle azioni del torero nella lotta contro il toro. Non è facile ballare il paso doble se non si entra nello spirito giusto. La coppia deve essere motivata ed esprimere energia. In questa danza sono coinvolte tutte le parti del corpo: le gambe, le mani, lo sguardo, il volto nel suo insieme. Il cavaliere deve dimostrare carattere e forza fisica notevoli. Il corpo della dama deve essere scattante: docile e nervoso. E' una danza spagnola nata nei primi anni del 1900 nell'ambiente culturale e sociale delle arene. Le figure coreiche sono per una costruzione che è venuta cronologicamente dopo, rispetto alla musica. In pratica, inizialmente, si trattava di una particolare base musicale che accompagnava la sfilata delle quadriglie negli spettacoli di corrida. La musica era potente, molto ritmata e coinvolgente: il semplice passo di camminata diventava una marcia militare. Uno squillo di tromba annunciava l'inizio della esecuzione musicale. Nel corso degli anni il paso doble ha assimilato anche diverse figure appartenenti al flamenco e ha elevato a figura-simbolo il sur place che impone di battere il tacco ad ogni chiusura di piedi. Nel 1954 fu inserito nella disciplina Danze Latino-Americane.

Samba
In Brasile si usa il termine samba per indicare il modo di ballare degli schiavi importati dall'Angola e dal Congo e utilizzati nelle piantagioni di canna da zucchero. Il samba fu inserito nelle danze da competizione dopo aver acquisito una forma compiuta: da un lato, addolcendosi sul piano musicale fino a scendere alle attuali 50-52 battute al minuto; dall'altro, attraverso la codificazione di figure compatibili, molte delle quali di notevole pregio artistico e coreografico.

Jive
Il jive è il ballo più movimentato fra le danze latino-americane. Il suo ritmo è frenetico, le sue figure richiedono stile, resistenza fisica, forza ed elasticità. L'uso delle mani ha un ruolo determinante non inferiore a quello dei piedi. Si tratta degli otto passetti ballati e contati con la classica tecnica del jive appunto. Su ritmi fortemente sincopati furono inizialmente create due figure particolari: due passi in contro tempo (piede sinistro cavaliere, destro dama; e viceversa) il break-away: la dama eseguiva una separation ed un riavvicinamento, senza lasciare la presa del cavaliere. Nella sua prima formulazione, il jive fu ballato esclusivamente da danzatori neri. Successivamente fu ripreso dai bianchi che vi aggiunsero numerose figure e vi apportarono modifiche tecniche che ne complicarono e appesantirono l'esecuzione. Dopo la seconda guerra mondiale, con l'evoluzione del jazz verso il bebop, il break-away diventa la base del rock 'n' roll, mentre il jive fu sottoposto ad una serie di revisioni e perfezionamenti stilistici che ne hanno fatto uno dei balli ancor oggi più prestigiosi a livello internazionale.